Tradizione

Amabile canto
Aiutami tu, soccorri
Se puoi in tuoi giacigli
La penna che si fa vanto.
I morti non inseguono
Né fosse né tombe,
Ma volano in elisi volti
le loro spigolose fronde.
Ma più ti invoco,
Più invado
Un rigoroso spazio
Riservato,
alla matita del capitano.
Non io ti comando,
A te il cielo
Si va cerchiando.
Invano si cerca
L'Orfeo e il suo manto
Verde e Bruno
Blu e scarlatto
Ma lì non c'è giglio
O vermiglio,
Ma l'illusione
Di un forte appiglio.

versovinoescrivopoco

Foto di Gabriele Calascibetta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...